Connect with us

Hot World News

Black Friday: 3 best practices per Google Ads

Black Friday: 3 best practices per Google Ads

NOVITÀ DI MARKETING SU INTERNET

Black Friday: 3 best practices per Google Ads

Manca poco al momento commercialmente più importante dell’anno: il Black Friday. Quest’anno si terrà venerdì 27 novembre mentre il Cyber Monday sarà lunedì 30 novembre 2020.
A causa della concomitanza del periodo del Black Friday con la seconda ondata di Covid-19 gran parte delle vendite verrà presumibilmente effettuata online. Questo sia per rispettare le norme del governo che prevedono la chiusura dei punti vendita in molte regioni, soprattutto nei momenti chiave del weekend, sia per la diffidenza dei consumatori a spingersi in negozi potenzialmente affollati.
E’ evidente che ora più che mai chi gestisce un sito eCommerce deve prepararsi. Non è sufficiente essere competitivi sui prezzi o creativi con le offerte proposte. Se si utilizza anche Google Ads in modo intelligente e strategico si può realmente fare la differenza in termini di performance (e di vendite!). Dato che ci troviamo a solo una settimana dall’evento vediamo alcuni consigli last minute per ottimizzare le nostre campagne AdWords.
Trucchi per Google Ads in vista del Black Friday
E’ importante sfruttare tutte le possibilità offerte da Google Ads per ottimizzare le nostre campagne. Sia per le nuove campagne che per quelle già in essere, che sistemeremo per i singoli periodi di promozione one-shot.
Vediamo, in particolare, tre funzionalità di AdWords da adottare in vista del Black Friday:
countdown nei testi degli annunci;
estensioni di promozione;
segmenti di pubblico in osservazione per smart bidding.
1. Gli annunci: informazioni utili e countdown
Per quanto riguarda gli annunci la parola d’ordine è “personalizzazione”. E’ importante creare delle creatività ad hoc che includano nei testi i riferimenti al Black Friday e al Cyber Monday.
Le possibilità sono:
creare una nuova campagna interamente dedicata al Black Friday;
aggiungere dei gruppi di annunci legati al Black Friday all’interno di campagne che abbiamo già attive;
aggiungere annunci dedicati al Black Friday all’interno di gruppo di annunci già attivi: in questo caso dalle campagne già in essere andremo a prendere tutti gli annunci di testo espanso, li duplicheremo e adegueremo il copy inserendo tutte le informazioni che possono servire per la promozione. Durante il periodo dell’offerta metteremo in pausa gli annunci che utilizziamo tutto il resto dell’anno e una volta terminata la promozione li riattiveremo stoppando gli annunci dedicati alla promozione.
Uno strumento utile che Google ci fornisce per poter ottimizzare gli annunci creati per il Black Friday (e in generale per le promozioni one-shot) è quello dei temporizzatori.
Si tratta della possibilità di inserire dei contatori all’interno degli annunci di testo. Da tenere presente che questa funzionalità è disponibile solo per gli annunci di tipo espanso e non per gli annunci adattabili su rete di ricerca.
Dove e come inserire i contatori?
Dove: possiamo utilizzare gli spazi dell’annuncio dedicati al titolo e alla descrizione. Un consiglio è quello di utilizzare lo spazio del titolo 2 in modo da specificare l’offerta indicata nel titolo 1.
Come: inserire la parentesi graffa e selezionare l’opzione “conto alla rovescia” dal menu a tendina che si apre. A questo punto viene chiesto di configurare il conto alla rovescia inserendo data di fine promozione, che nel caso del Black Friday sarà venerdì 27 novembre 2020 e data di inizio (ad esempio una settimana prima). Utilizziamo il fuso orario dell’account e impostiamo la lingua. 

A questo punto salviamo. Vedremo dall’anteprima che lo script utilizzato determina un countdown. Prima della parentesi graffa, nel testo dell’annuncio, possiamo inserire una frase come “l’offerta scade tra” oppure “mancano solo” e gli x giorni sono determinati dallo script. Man mano che passa il tempo il contatore si aggiorna in automatico.

Creare un’offerta con scadenza e countdown visibile è uno dei modi più efficaci per utilizzare il principio di scarsità ed urgenza. Davanti ad un’offerta in scadenza gli utenti sono motivati a decidere più velocemente e questo può stimolare le vendite online.
2. Le estensioni di promozione
Per mettere in evidenza saldi e promozioni come quella del Black Friday è utile impostare le estensioni di promozione per gli annunci di testo della rete di ricerca. Il potenziale di queste estensioni è alto: esse aumentano il CTR e la possibilità di conversione di un eCommerce.
Le estensioni di promozione vengono visualizzate sotto agli annunci di testo della rete di ricerca Google. L’occasione speciale selezionata, scelta in un elenco alfabetico completo delle trentacinque più conosciute al mondo, tra cui Black Friday e Cyber Monday, viene visualizzata come etichetta vicino al testo promozionale, con una piccola icona rappresentante un cartellino. L’estensione contiene le informazioni sullo sconto, una descrizione di testo e una seconda riga con i dettagli della promozione (codice sconto, data promozione, etc.).
Come impostare le estensioni di promozione
Per prima cosa settare la tipologia di promozione tenendo presente che il Black Friday è tra quelle dettate di default da Google (come detto sopra); la lingua; la tipologia di sconto (percentuale o sconto monetario); il nome dell’articolo da mettere in promozione; l’URL finale.

Molto importante, per evitare di dimenticarsi di disattivare la promozione del Black Friday (o di qualsiasi altro evento vogliamo associare all’estensione), è inserire la data di inizio e la data di termine dell’offerta. In questo modo questa estensione di promozione si spegnerà da sola una volta finito il periodo dell’offerta.

 
Oltre all’estensione di promozione, per massimizzare la pertinenza dell’annuncio e il CTR è utile personalizzare anche tutte le altre estensioni con informazioni relative al Black Friday. Per esempio nelle estensioni di Sitelink possiamo aggiungere tutti i best seller del nostro eCommerce scontati. O possiamo ricordare la promozione Black Friday nelle estensioni di callout. Qui un ottimo articolo del nostro esperto Raffaele sulle estensioni Google Ads per l’eCommerce, molto utile per capire quali sono e come usarle.
3. I segmenti di pubblico
Se per le nostre campagne AdWords utilizziamo strategie di smart bidding (es. CPA target o ROAS target) una best practice da utilizzare per poter dare indicazioni a Google sul tipo di pubblico che riteniamo più interessante è quella di impostare i “segmenti di pubblico”. A metà ottobre 2019 Google ha introdotto tra i segmenti di in-market – caratterizzati da una propensione all’acquisto, definita secondo attività e cronologia di ricerca dell’utente – quelli relativi ad eventi stagionali, come Natale e Black Friday.
Dove trovare il segmento “Black Friday”? Seguendo questo percorso:
Da “segmenti di pubblico” -> “nuovo segmento di pubblico” -> “sfoglia” -> “Quello che stanno cercando o pianificando attivamente” -> “acquisti stagionali” -> “Black Friday”

E’ consigliabile inserire i segmenti di pubblico selezionati “in osservazione” e non come “ targeting” in quanto questa seconda opzione limiterebbe troppo le impression della campagna. Nel caso specifico significherebbe mostrare gli annunci solo alle persone interessate al Black Friday. Inserire i segmenti di pubblico “in osservazione” ci consente di fare degli aggiustamenti di offerta su quel target che abitualmente effettua degli acquisti durante questo evento promozionale se per esempio notiamo un aumento di conversioni sul nostro eCommerce associato al segmento di pubblico impostato.

Inoltre consideriamo che, se utilizziamo una strategia di smart bidding, Google ottimizza in modo automatico non solo le keyword che sono in target con le query digitate dall’utente, ma anche i segmenti di pubblico impostati. Avendoli inseriti “in osservazione” abbiamo infatti comunicato a Google che essi sono interessanti per il nostro business e Google cercherà di ottimizzare la strategia di offerta anche in considerazione di essi.
Conclusioni
Quelli riassunti sopra sono solo alcuni dei “trucchi” da mettere in pratica sulle nostre campagne Google Ads in vista del Black Friday. Una preparazione più completa delle nostre campagne richiede certamente più tempo: dall’impostazione del target per le campagne di remarketing, alla realizzazione di landing page performanti fino alla creatività degli annunci e all’architettura dell’account. Per ottenere buoni risultati con Google Ads la pianificazione e la personalizzazione sono fondamentali. Tuttavia è importante sapere che pur trovandoci a solo una settimana dall’evento clou dell’anno per le vendite online siamo in tempo comunque per ottimizzare al meglio le nostre campagne.
I meccanismi di base di Adwords rimangono gli stessi anche durante le giornate di super sconti. A cambiare sono però le condizioni del mercato: con l’avvicinarsi del Black Friday (e del Natale!) i competitor sono più agguerriti e il numero di utenti con intenzione di acquisto aumenta. Per questo è fondamentale adottare tutte le funzionalità che Google ci mette a disposizione per emergere nel sovraccarico informativo del web. Consideriamo inoltre che le strategie descritte sono utilizzabili per tutti gli eventi promozionali “one-shot”, non solo per il Black Friday. Dopo il 30 novembre possiamo già iniziare a reimpostare per le vendite di Natale gli stessi “trucchetti”, dal countdown alle estensioni di promozione.
Buona “ottimizzazione di campagne” per il Black Friday a tutti 🙂


Source link

Continue Reading
You may also like...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in NOVITÀ DI MARKETING SU INTERNET

To Top
error: Content is protected !!